Il progetto RiBiAccess - Risorse Bibliografiche Accessibili nasce a fronte della necessità di garantire un pieno accesso alle fonti bibliografiche per gli studenti universitari con disabilità e DSA. Esso mira ad individuare le migliori soluzioni da offrire agli studenti nell'immediato e a promuovere azioni a livello politico e istituzionale, a medio e lungo termine, perché si giunga al pieno superamento degli ostacoli ancora esistenti a livello normativo ed editoriale. Il confronto tra l’esperienza maturata e le risorse messe in campo fino ad oggi dai servizi e dai sistemi bibliotecari dei singoli atenei ha consentito di descrivere in modo esaustivo le possibili esigenze di personalizzazione delle modalità di fruizione delle risorse bibliografiche e di mappare le soluzioni già disponibili.
Un giornata di approfondimento ha consentito di esplorare le linee di ricerca in atto per giungere alla piena accessibilità: sia dal punto di vista tecnico informatico (con l’analisi dell’accessibilità dei diversi formati dei testi digitali) che normativo (con una ricognizione dei principali nodi problematici a livello nazionale, in relazione allo scenario internazionale). La storia e la mappatura delle azioni promosse da diversi Enti e Istituzioni a livello nazionale ed internazionale in questa direzione, inoltre, hanno evidenziato le possibili azioni del CALD: 
- Promozione dell’accessibilità della cultura in tutte le sue forme e strumenti di trasmissione, sia internamente che esternamente agli atenei, anche mediante condivisione di LLGG di lavoro.
- Riproposizione presso il MIBAC, tramite il CNUDD, la CRUI e il confronto con AIE e WIPO, della rilevanza di questo tema e delle nuove proposte emergenti, a fronte delle criticità emerse dai precedenti progetti nazionali ed europei.